Influenza: 5 milioni di italiani colpiti, superato il picco

Roma, 17 febbraio 2020 – Nell’ultima settimana è stato raggiunto il picco di contagi, un dato molto atteso dell’influenza stagionale. È stata superata la quota dei 5 milioni di malati (per l’esattezza 5 milioni 18 mila). Il numero di casi “inizia lentamente a diminuire dopo aver raggiunto il picco stagionale nella precedente settimana con un livello di incidenza pari a 13,0 casi per mille assistiti”. È quanto si legge nell’ultimo bollettino InfluNet realizzato dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Il livello di incidenza raggiunto si colloca all’interno della soglia di intensità media. In Italia l’incidenza totale è pari a 12,6 casi per mille assistiti. Colpiti maggiormente i bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a 38,3 casi per mille assistiti. Val D’Aosta, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata sono le regioni maggiormente colpite. “Anche quest’anno gli under cinque sono stati tra i più interessati dall’influenza – afferma il dott. Paolo Biasci, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) -. I più esposti al rischio di contagio sono quelli che passano molte ore in ambienti chiusi come asilo nido o scuole materne e rappresentano una delle più importanti fonti di diffusione dell’epidemia. Tutti i dati evidenziano come i bambini siano meno vaccinati rispetto agli adulti. Da tempo la FIMP chiede al Ministero della Salute che anche la fascia di età dai 6 mesi ai 6 anni sia inserita nelle categorie considerate a rischio e quindi anche nelle campagne vaccinali. In nostro auspicio e che questo avvenga già a partire dalla prossima stagione”.